Il Trofeo Laigueglia torna ad aprire il calendario italiano

Il Trofeo Laigueglia torna ad aprire il calendario italiano

 

A poco più di due mesi dal proprio svolgimento, l’edizione 2018 del Trofeo Laigueglia segna un ritorno alle origini. La classica in programma domenica 11 febbraio, infatti, dopo oltre vent’anni tornerà ad essere la prova d’apertura del calendario italiano.

La cinquantacinquesima edizione della gara ligure avrà quindi un ulteriore motivo per essere uno degli appuntamenti clou della stagione ciclistica che tradizionalmente vede l’Italia proprio come una delle nazioni guida dell’intero movimento internazionale.

Il comitato organizzatore con il Comune di Laigueglia in cabina di regia intanto è già al lavoro per definire tutti i dettagli della gara vinta lo scorso anno dall’azzurro Fabio Felline. Sta infatti per essere definito il campo delle squadre in gara mentre per quanto riguarda il percorso, pur rimanendo invariati alcuni punti fermi delle ultime stagioni come l’ascesa a Colla Micheri, sono allo studio alcune importanti novità.Fabio-Felline-Laigueglia

Annunci

Si è messa in moto la macchina della 55esima edizione del Trofeo Laigueglia

 

Fabio-Felline-Laigueglia

Si è messa in moto la macchina della 55esima edizione del Trofeo Laigueglia

Le grandi squadre del ciclismo pronte a sfidarsi nella Baia del Sole

 

La macchina organizzativa sta già lavorando a pieno regime alla 55° edizione del Trofeo Laigueglia, la gara per ciclisti professionisti organizzata dal Comune di Laigueglia., Questa edizione consentirà alla classica ligure di fare un ulteriore passo in avanti verso le grandi competizioni mondiali. L’ottimo lavoro svolto in questi anni dal Comune affiancato dalla Gs Emilia di Adriano Amici (che si occuperà per il quinto anno di fila dei servizi tecnici) si sta materializzando con la grande affluenza delle squadre. Molti infatti sono i team che hanno già dato la propria disponibilità a partecipare alla corsa, tra le più spettacolari del calendario agonistico internazionale. Oltre ovviamente alla presenza della nazionale italiana che lo scorso anno ha centrato la vittoria con uno splendido Fabio Felline ed un quarto posto con Matteo Trentin autore di un finale di stagione strepitoso è già certa la presenza di alcune squadre pro tour. Sicuramente al via ci saranno le francesi Ag2r la Mondiale e Fdj che ogni anno ci onorano con la loro presenza, sicura anche la partecipazione della Katusha che ritorna a Laigueglia dopo alcuni anni di assenza. Sono in piedi molte altre trattative con i team di prima fascia che sicuramente porteranno altre squadre pro tour al via e che verranno definite nei prossimi giorni. Per quanto riguarda i team Professional al via ovviamente le italiane Androni, Bardiani CFS, Wilier Triestina e la ligure Nippo Vini Fantini ma le grandi novità arrivano dall’estero con un elenco infinito di richieste dove spiccano le presenze della CCC squadra polacca, delle francesi Fortuneo e Delko che lo scorso anno si piazzarono seconde e terze, al via anche le belghe Wanty Groupe Gobert e WB Veranclassic, l’Israel Cycling Academy (progetto interessantissimo visto la prossima partenza del giro d’Italia proprio dallo stato mediorientale), la russa Gazprom e molti altri nomi in attesa di conferma da parte dell’organizzazione per completare lo scacchiere. Una presenza massiccia dall’estero che produrrà come ricaduta un interesse dei media esteri sia al livello di internet che di quelli tradizionali televisivi e cartacei. A tal proposito si sta lavorando per far si che la visibilità del Laigueglia sia ancora più ampia e qualitativa rispetto allo scorso anno. Nella precedente edizione la corsa fu trasmessa in differita in su Rai sport, Bike channel e molte televisioni del vecchio continente senza dimenticare la presenza contemporanea dello streaming su la maggior parte dei siti internet sportivi italiani ed esteri, su Repubblica tv, La 7 e su tutti i social network. Ora si può solo continuare a migliorare ed anche qui a breve ci saranno molte interessanti novità che verranno comunicate nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda il percorso ci sarà qualche novità. L’organizzazione è in attesa delle autorizzazioni da parte della commissione tecnica per decidere il percorso. Sicuramente la corsa esploderà nella oramai mitica salita di Colla Micheri che in questi ultimi anni è entrata nel cuore dei tifosi. Percorrendo l’ascesa si intravvedono alcuni scorci che rimarranno a lungo negli occhi sia degli addetti ai lavori sia in quelli delle migliaia di tifosi che affollano la strada.

Ogni anno il Comune di Laigueglia cerca di migliorare l’evento sportivo e lo fa grazie alla collaborazione che in questi anni si è instaurata con le istituzioni che vedono in prima fila la Regione Liguria con l’assessore Ilaria Cavo (sempre presente al traguardo), con i Comuni che sono sede di passaggio del percorso, ma anche della Lega Ciclismo del presidente Enzo Ghigo che è sempre al fianco della corsa ligure.

NIPPO FANTINI DE ROSA. MANZONI “SUL MURETTO”

La nuova targa svelata oggi a Laigueglia

PROFESSIONISTI | Una nuova targa è stata posata e svelata questo sabato 15 aprile, sul famoso “Muretto dei Ciclisti” di Laigueglia. Il nome riportato sulla targa è quello di un famoso ex-ciclista professionista, corridore dal 1991 al 2004, vincitore tra le altre di una tappa al Giro d’Italia nel 1997 e di una tappa alla Tirreno-Adriatico nel 1994. Con 11 Grandi Giri, 6 classiche monumento corse in carriera da corridore è stato anche compagno di squadra del mitico Marco Pantani.
Oggi ricopre il ruolo di Direttore Sportivo del team NIPPO Vini Fantini. Il nome è infatti quello di Mario Manzoni, il direttore tutto “Grinta e Disciplina” degli #OrangeBlue, che con la Baia del Sole, insieme a tutto il team NIPPO Vini Fantini ha sviluppato un forte legame.

Sin dal primo anno nella categoria Professional del team, infatti, sono ormai consuetudine i ritiri di inizio stagione tra Laigueglia e Alassio, località perfette per gli allenamenti di inizio stagione, nei quali la tradizione ciclistica è grande e sentita. Anche nella stagione 2017 il team ha svolto il consueto training camp, in preparazione del Trofeo Laigueglia, nel comune di Alassio.
Il nome di Mario Manzoni si colloca così da oggi sul “Muretto dei ciclisti” al fianco di quello di grandi campioni e personaggi del mondo del ciclismo di ieri e di oggi, tutti passati da Laigueglia, come Eddy Merckx, Vincenzo Nibali e come un grande nome del ciclismo sempre parte della famiglia #OrangeBlue: lo storico costruttore di bici Ugo De Rosa.

La posa della nuova targa è stata realizzata dall’amministrazione Comunale di Laigueglia con a capo il Sindaco F.Maglione, in collaborazione con uno dei creatori del Muretto Bruno Zanoni già organizzatore del Trofeo Laigueglia e con Roberto Schiavon, responsabile delle pubbliche relazioni e stampa del Trofeo Laigueglia.

A new awarding plaque, from this Saturday, is on the famous “Wall of Riders” of Laigueglia. The name on the plaque is the one of Mario Manzoni, the famous ex-professional rider,  from 1991 to 2004. Among his most famous victories there is one stage in Giro d’Italia 1997 and of one stage in Tirreno-Adriatico 1994. With 11 Great Tours, 6 Monuments he is also an ex team-mate of Marco Pantani.

Today Mario Manzoni is the Sports Director of NIPPO Vini Fantini team, and with the Laigueglia & Alassio Bay have a special feeling. With the #OrangeBlue team, every year, the season starts from there with special training camps, to prepare the first races of the Italian season, as the Trofeo Laigueglia. Also in 2017 the season has been prepared also with one week of training camp in Alassio.

From today the name of Mario Manzoni is on the famous wall, together with many other important riders that comes in Liguria, from Eddy Merckx to Vincenzo Nibali, and also together with another important name of the NIPPO Vini Fantini team: the one of Ugo De Rosa, the founder of Cicli De Rosa Company.

The new Plaque has been realized thanks to the Municipality of Laigueglia, with the Mayor F.Maglione, in collaboration with one of the creators of the “Riders Wall”, Bruno Zanoni, also organizer of the Trofeo Laigueglia and Roberto Schiavon, Chief of media & pr of Trofeo Laigueglia.

Il Trofeo Laigueglia fa “boom” di visualizzazioni tra tv e web

Tanti i servizi giornalistici e le foto pubblicate sulle principali testate nazionali

A 36 ore dal Trofeo Laigueglia ancora si parla di questa manifestazione che è stata un successo di visualizzazioni, articoli giornalistici, servizi e telecronache. Una vetrina importante che ha messo in luce le bellezze del borgo marinaro laiguegliese.

Twitter Trofeo Laigueglia. Nel periodo 1 gennaio 2016/ 28 febbraio 2016 le visite profilo sono state 16.611 visualizzazioni tweet 321.000. Quest’anno dal 1 gennaio 2017 al 13 febbraio 2017 le visite profilo sono state 30.070 con visualizzazioni tweet 422.000.

Trofeo Laigueglia.it  Sono 149,089 le visite totali generate dal sito web relativo alla corsa ciclistica di domenica scorsa ben 48,595  i visitatori totali che hanno raccolto informazioni sull’evento. Solo domenica scorsa, giorno della gara le visualizzazioni sono state 7.399.

Il Trofeo visto in tv e sulle piattaforme web. L’evento trasmesso in tutto il mondo e su Rai Sport ha fatto registrare un incremento di pubblico del 30% rispetto al GP degli Etruschi. Sulla pagina di Facebook dedicata all’evento le visualizzazioni sono state 34 mila. Il programma è stato interamente progettato e realizzato da PMG Sport e Lega Ciclismo Professionistico. Inoltre, il servizio “on demand”, aggiunto alla diretta, consente ancora oggi di godersi lo spettacolo anche in momenti diversi della giornata. Il Trofeo Laigueglia, organizzato dal Comune di Laigueglia con la consulenza tecnica del GS Emilia, si è disputato domenica 12 febbraio ed è stato seguito da una cornice davvero importante di pubblico sceso in Riviera per non mancare alla prima classica della stagione italiana. Ma lo spettacolo se lo sono goduto appunto gli spettatori che hanno seguito in TV o sul web la corsa vinta da Fabio Felline, autore di un bell’assolo con la maglia della nazionale italiana. Anche in occasione del Trofeo Laigueglia il format proposto dall’azienda reggiana si è dimostrato coinvolgente e ricco di spunti interessanti per gli appassionati, che oltre alla trasmissione proposta il giorno della gara hanno la possibilità di godersi la corsa anche nei giorni successivi, sulle medesime piattaforme web, beneficiando del servizio “on demand”.  “Il pubblico sta prendendo rapidamente confidenza con il nostro prodotto televisivo e dimostra di apprezzarlo – dicono da PMG Sport – proprio per questo è importante che tutte le piattaforme sulle quali trasmettiamo abbiano dato disponibilità per offrire questo servizio aggiuntivo”.

Il trofeo sulla carta stampata. I principali quotidiani sportivi come La Gazzetta dello Sport, Tuttosport, Il Corriere dello Sport, agenzia di stampa come Ansa, quindi le pagine dei quotidiani liguri dal Secolo XIX alla Stampa, i quotidiani on line della provincia di Savona hanno pubblicato prima, durante e dopo l’evento ampi servizi che hanno contribuito a rendere ancora più famosa a corsa di febbraio. Ben 43 i giornalisti accreditati, alcuni provenienti anche dall’estero, che hanno seguito la corsa di domenica 12 a dimostrazione del valore della manifestazione che ha richiamato i migliori corridori del momento.

L’Amministrazione Comunale fa anche notare l’importanza della sinergia tra la Regione Liguria e il Comune laiguegliese per la promozione del territorio. “Le bellezze della nostra costa e del nostro entroterra hanno conquistato spettatori in tutto il mondo – sottolinea il sindaco Maglione – Una vetrina di gran pregio per la nostra cittadina che per un weekend intero è stata al centro di una manifestazione sportiva tra le più importanti del panorama agonistico”.

https://www.youtube.com/watch?v=-YPqtd9v8Go

FABIO FELLINE VINCE IN SOLITARIA IL 54° TROFEO LAIGUEGLIA

Trofeo Laigueglia 2017Trofeo Laigueglia 2017

FABIO FELLINE VINCE IN SOLITARIA IL 54° TROFEO LAIGUEGLIA

 

È Fabio Felline il vincitore della 54^ edizione del Trofeo Laigueglia: il corridore torinese classe 1990, tesserato per la Trek Segafredo ma oggi in gara con la maglia della Nazionale italiana, ha tagliato solitario il traguardo dopo una spettacolare azione nata a poco più di dieci chilometri dalla conclusione. A completare il podio sono stati il francese Romain Hardy (Fortuneo Vital Concept) e il veronese Mauro Finetto (Delko Marseille Provence Ktm), i migliori nello sprint del gruppetto inseguitore (dieci unità in tutto) arrivato a 25” dal vincitore. 

La classica di inizio stagione, organizzata dal Comune di Laigueglia con l’apporto tecnico del Gruppo Sportivo Emilia, ha visto alla partenza 178 atleti, che hanno preso il via alle 11 dal centro della cittadina ligure, in rappresentanza di 23 formazioni. 

Dopo i primi trenta chilometri ad andatura particolarmente sostenuta, parte la principale fuga di giornata: a promuoverla è Davide Orrico (Sangemini – MG K Vis), al quale poco dopo si accodano Remy Di Gregorio (Delko Marseille Provence Ktm), che vincerà la classifica dei gran premi della montagna, Antonio Di Sante (GM Europa Ovini) e Conor Dunne (Acqua Blue Sport). A completare il gruppetto dei fuggitivi è, dopo un breve inseguimento solitario, Ettore Carlini (D’Amico Utensilnord). I 5 al comando toccano un vantaggio massimo di 6’25” al chilometro 41, che scende poi fino a 52” (chilometro 98), per poi tornare a salire oltre i due minuti. Ma la loro azione si esaurisce definitivamente al chilometro 131, dopo più di 100 in fuga. A trenta dalla conclusione, lungo la prima ascesa verso il gpm di Colla Micheri, dal gruppo evadono Mauro Finetto (Delko Marseille Provence Ktm), Jan Polanc (UAE Abu Dhabi) e Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli), ai quali poco dopo si uniscono Alexandre Geniez (Ag2r La Mondiale) e Quentin Pacher (Delko Marseille Provence Ktm). I cinque vengono però ripresi a quattordici chilometri dal traguardo, poco prima che Felline piazzi lo scatto decisivo (ai meno dodici, sempre sulla salita di Colla Micheri). Alle spalle del piemontese si forma un gruppo di dieci corridori, composto da Romain Hardy (Fortuneo Vital Concept), Mauro Finetto, Romain Combaud (Delko Marseille Provence Ktm), Matteo Trentin (Naz Italiana), Cyril Gautier (Ag2r La Mondiale), Francesco Gavazzi, Mattia Cattaneo, Marco Frapporti (Androni Sidermec), Arthur Vichot (Fdj) e Matej Mohoric (UAE Abu Dhabi), che però non riescono a riprendere il fuggitivo, capace di guadagnare fino a trenta secondi sugli inseguitori e tagliare a braccia alzate il traguardo di Laigueglia, sul quale non aveva mai vinto prima d’ora. 

ORDINE D’ARRIVO UFFICIOSO: 1 Fabio Felline (Naz Italiana), 4h54’01” a 39,28 km/h di media. 2 Romain Hardy (Fortuneo Vital Concept) a 25″, 3 Mauro Finetto (Delko Marseille Provence Ktm), 4 Matteo Trentin (Naz Italiana), 5 Cyril Gautier (Ag2r La Mondiale), 6 Francesco Gavazzi (Androni Sidermec), 7 Arthur Vichot (Fdj), 8 Matej Mohoric (UAE Abu Dhabi), 9 Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli), 10 Romain Combaud (Delko Marseille Provence Ktm).