Laigueglia “grandi eventi”.  Il calendario delle manifestazioni dalla Primavera al Natale.

Borgo marinaro accogliente anche per le feste di Pasqua

Eventi e storiche tradizioni. E’ ricco il calendario delle manifestazioni che il Comune di Laigueglia propone dal periodo primaverile alle festività natalizie. Il borgo marinaro si appresta ad accogliere alla grande i turisti per le feste di Pasqua. Sarà aperto anche lo Iat, l’ufficio per ricevere le informazioni turistiche in modo esauriente e dettagliato. “Laigueglia promuove da sempre grandi eventi all’insegna della qualità come avviene oramai da diversi anni”, fanno sapere dal Comune.

E così, dopo i grandi eventi sportivi, come il Trofeo Laigueglia di ciclismo per professionisti, la Gran Fondo Internazionale Laigueglia, il Grand Prix Giovanile d’Inverno per Mtb classic, uno dei borghi più belli d’Italia si appresta a vivere eventi di grande livello e di sicuro impatto per turisti e residenti. Il 30 marzo è in programma la processione “Du Segnù Mortu”, ovvero la tradizionale processione del Venerdì Santo preceduta dalla “dita” nell’oratorio di Santa Maria Maddalena, un’asta battuta nella lingua dialettale ligure per l’aggiudicazione del diritto a portare in processione i simboli della passione e il Cristo morto. Si passa poi ad un altro evento molto atteso in programma il 31 maggio con l’Infiorata del Corpus Domini. Maggio e giugno sono anche i mesi dedicati ai più piccoli. Torna nel borgo la quinta edizione “Laigueglia è dei bambini” con spettacoli, momenti didattici. Due giorni ricchi di iniziative per bambini e famiglie. A giugno e più precisamente dal 14 al 17 giugno ecco la ventitreesima del “Percfest”, la Festa Europea delle percussioni e la ventiduesima edizione del Memorial Naco. Si tratta del festival jazz più atteso dai percussionisti per una grande kermesse musicale con concerti, spettacoli, corsi didattici, ma anche arte, cultura, divertimento e salute. Dal 24 al 29 giugno spazio per “Azzurro in mare, in tavola, in piazza”, appuntamento che farà rivivere la vera tradizione marinara. Il 22 luglio sarà la volta della processione di Santa Maria Maddalena con la tradizionale sfilata degli antichi Crocefissi. Dal 24 al 27 luglio, altro appuntamento clou della programmazione estiva. E’ la Settimana dello Sbarco con attività ludiche e culturali sulla scia dello sbarco nel borgo del pirata saraceno Dragut. Evento di grande spettacolo accompagnato dai tradizionali effetti piromusicali dal molo dinnanzi al bastione saraceno. Verrà rievocato un episodio realmente accaduto nel 1546 nel borgo marinaro laiguegliese. Il 23, 24 e 25 agosto, spazio nuovamente alla musica con “Queste piazze davanti al mare”, la collaudata rassegna musicale che quest’anno compie dodici anni dedicata alla canzone d’autore e alla letteratura con la preziosa partecipazione del Club Tenco e di artisti di fama nazionale. Il 21,22, 23 settembre “S.Maté, da u mò e da-a tera”. L’edizione di quest’anno è la numero trentasei. Si tratta della consueta Fiera legata alle produzioni artigianali e gastronomiche con la partecipazione di centinaia di espositori provenienti anche da fuori regione.  La sera del 22 settembre, inoltre, è previsto lo spettacolo dei fuochi d’artificio che illumineranno il cielo e il mare della Baia del Sole. A ottobre, il 20 e il 21, ecco “Il salto dell’acciuga”, altra collaudata manifestazione laiguegliese dedicata alla enogastronomia, agli incontri letterari, alle mostre e spettacoli. Il mare incontra la terra, settima edizione dell’incontro sulle “Antiche vie del Sale – strada del mare”. Previste anche proposte artistiche della Liguria e del Piemonte. Dal 23 dicembre poi si festeggerà il Natale dei Bambini. Per tutta la durata delle festività Laigueglia si confermerà a misura di famiglia con Babbo Natale che passeggerà per le vie del centro. Previsti anche escursioni nel borgo con il trenino panoramico natalizio, proiezioni cinematografiche gratuite, spettacoli musicali e momenti di intrattenimento.

Annunci

IL TEAM FRANCESE COFIDIS IN RITIRO A LAIGUEGLIA IN PREPARAZIONE DELLA MILANO SANREMO

IL TEAM FRANCESE COFIDIS IN RITIRO A LAIGUEGLIA IN PREPARAZIONE DELLA MILANO SANREMO
14 marzo Hotel Garden Laigueglia
 
Il team francese da lunedì è in ritiro a Laigueglia per mettere a punto la preparazione e testare il percorso della “classicissima” che si correrà sabato 17 marzo. 
La squadra transalpina spesso protagonista al TROFEO LAIGUEGLIA, in cui vanta ben 9 partecipazioni, ha scelto le strade della classica di apertura del ciclismo italiano per rifinire la preparazione in vista della prima grande classica monumento del ciclismo mondiale.  
Seduto in ammiraglia una “vecchia” conoscenza del ciclismo italiano a condurre l’assalto dei corridori in maglia rossa ci sarà Roberto Damiani. L’esperto direttore sportivo, da buon milanese, ha una particolare attrazione per la Riviera e per le sue perle al proposito ci racconta: “abbiamo scelto Laigueglia perché ci permette un buon lavoro di rifinitura proprio sulle strade della Classicissima oltre che per l’amicizia e la storia che ci lega agli organizzatori del Trofeo Laigueglia”.

Al ritiro di Laigueglia partecipa il “capitano” Cristophe Laporte unitamente a tutti gli

 

uomini che prenderanno il via da Milano e precisamente: Bert Van Lerberghe, Cyril Lemoine, Anthony Turgis, Loic Chetout, Guillaume Bonnafond e Daniel Teklehaimanot.

Dall’amministrazione comunale fanno sapere come ancora una volta Laigueglia sia un punto di riferimento nel ciclismo mondiale ed accoglie con piacere gli atleti ed il personale della Cofidis. La scelta della squadra francese dimostra come la cittadina venga tenuta in considerazione nel mondo del ciclismo, oltre che per l’omonimo Trofeo, anche come sede di ritiro dei Team professionistici. Questo grazie alla collocazione geografica, al clima ed alla varietà dei percorsi; naturalmente si augura di essere un buon portafortuna per il team francese.
L’EQUIPE FRANCAISE COFIDIS EN STAGE A LAIGUEGLIA EN VUE DE MILAN-SANREMO
14 mars Hôtel Garden Laigueglia
L’équipe française est en stage à Laigueglia depuis lundi pour affiner sa préparation et tester le parcours de la “classicissima” qui sera disputée samedi 17 mars.
L’équipe transalpine, souvent protagoniste sur le TROPHEE LAIGUEGLIA, auquel elle a participé à neuf reprises, a choisi les routes de la classique qui ouvre la saison cycliste italienne pour définir les derniers details de sa préparation en vue de la première grande classique monument du cyclisme mondial.
Au volant de la voiture de l’équipe, une “vieille” connaissance du cyclisme italien pour guider l’assaut des coureurs au maillot rouge : Roberto Damiani. Comme tout bon milanais qui se respecte, ce directeur sportif à la grande expérience a une attraction toute particulière pour la Riviera et ses perles : “Nous avons choisi Laigueglia pour pouvoir bien affiner notre travail sur les routes de la Classicissima, et parce que nous entretenons un profond lien d’amitié avec les organisateurs du Trophée Laigueglia”.
Le “capitaine” Christophe Laporte participe au stage de Laigueglia avec tous les coéquipiers qui prendront le départ de Milan : Bert Van Lerberghe, Cyril Lemoine, Anthony Turgis, Loic Chetout, Guillaume Bonnafond et Daniel Teklehaimanot.
La municipalité tient à souligner que Laigueglia est une fois encore une référence dans le cyclisme mondial et accueille avec grand plaisir les coureurs et le staff de la team Cofidis. Le choix de l’équipe française prouve que cette petite ville est appréciée dans le monde du cyclisme, non seulement pour le trophée qui porte son nom, mais aussi comme lieu de stage des Equipes professionnelles. Tout ceci grâce à sa position géographique, à son climat et à la variété des parcours qu’elle est capable d’offrir ; en espérant bien entendu de porter chance à l’équipe française.
foto A. Mariani

LAIGUEGLIA PROTAGONISTA SU RAI UNO CON EASY DRIDER

foto1-850x466LAIGUEGLIA PROTAGONISTA SU RAI UNO CON EASY DRIDER

Laigueglia sarà protagonista oggi alle 11,30 in tv con la trasmissione “Easy Driver” su RaiUno. Verrà trasmessa la puntata registrata durante il weekend del Trofeo Laigueglia quando nel borgo marinaro è stato ospitato il “Pullman azzurro” della polizia stradale. In quella stessa occasione i ragazzi che partecipano all’iniziativa “Uno sport per amico” hanno appreso, direttamente dai funzionari e dagli agenti della polizia stradale le principali nozioni in materia di sicurezza stradale. Protagonista della puntata anche Bruno Zanoni che dal 1974 al 1979 ha preso parte a ben 6 Trofei e a 5 Giri d’Italia, aggiudicandosi l’ultima maglia nera nel Giro del ’79 vinto da Saronni.

Il programma Easy Driver si occupa di analizzare e raccontare il mondo dell’auto. Le due conduttrici dedicano la puntata a due differenti modelli di auto, attraverso due viaggi che conducono ad un’unica meta. Vengono descritti i dettagli delle auto e allo stesso tempo vengono mostrati i paesaggi visitati di volta in volta. Vi sono inoltre diverse rubriche dedicate a temi specifici, come Moto&Moto sul mondo delle moto, Un agente per amico sul tema della sicurezza stradale, trattato in collaborazione con la Polizia stradale, Retro per le manifestazioni di auto d’epoca e anniversari, News che consiste in brevi filmati su restyling di auto o sulla presentazione di iniziative dedicate al mondo dell’auto, “Car e Work” sul mondo dell’autotrasporto.

I LAIGUEGLIA DI FRANCO BITOSSI

Bitossi: “Quei due successi, così diversi, al Trofeo Laigueglia”

 

A cura di Massimo Lagomarsino

MORENO MOSER VINCE IL 55° TROFEO LAIGUEGLIA

MORENO MOSER VINCE IL 55° TROFEO LAIGUEGLIA

Bis di Moreno Moser al Trofeo Laigueglia: dopo averlo conquistato nel 2012 (quando fece registrare il record di corridore più giovane ad aver vinto questa corsa), il trentino classe ’90 dell’Astana, oggi in gara con la Nazionale italiana, si è imposto anche in questa 55^ edizione grazie ad un attacco sferrato sull’ultima ascesa della salita di Colla Micheri, a meno di dieci chilometri dalla conclusione, che gli ha permesso di tagliare il traguardo in solitaria.
Un’azione analoga a quella con cui Fabio Felline si impose un anno fa, anche in quel caso potando al successo la Nazionale azzurra. Seconda piazza per Paolo Totò (Sangemini-Mg K Vis) e terza per Matteo Busato (Wilier Triestina – Selle Italia)
Sono stati 141 i corridori che hanno partecipato alla classica di inizio stagione organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del Gruppo Sportivo Emilia, baciata dal sole per tutto l’arco della giornata.
La corsa d’apertura del calendario italiano, valida anche come prima prova della Ciclismo Cup 2018 e della Challenge Liguria, si è sviluppata lungo un tracciato di 203 chilometri e ha visto al via 22 squadre di 11 diverse nazioni (22 le nazioni rappresentate complessivamente dagli atleti al via).

Poco dopo il via, precisamente al chilometro 7, nasce la prima fuga di giornata, con tre atleti protagonisti: il francese Julien El Fares (Delko Marseille KTM Provence), il danese Audun Flotten (Team Virtu Cycling) e il toscano Francesco Bettini (D’Amico Utensilnord). I tre toccano un vantaggio massimo di 9’15” dopo 45 chilometri di gara.
Il primo dei tre a cedere è Bettini (nipote dell’ex campione olimpico e mondiale Paolo), riassorbito dal plotone al chilometro 118. Poco dopo, El Fares stacca Flotten lungo la salita del Testico, restando solitario al comando, ma con il gruppo in rimonta. Ad una sessantina di chilometri dal traguardo però, dal gruppo principale escono 13 uomini, dei quali cinque dell’Ag2r La Mondiale (Chevrier, Dillier, Jaregui, Dupont e Cherel) e altrettanti dell’Androni-Sidermec (Cattaneo, Ballerini, Frapporti, Gavazzi e Masnada), oltre a Gabburo (Amore & Vita Prodir) e Watson (Aqua Blue Sport), ma questi due perdono presto contatto, mentre si esaurisce l’azione di El Fares (che vince la classifica dei GPM dopo aver collezionato 150 km di fuga). Ai battistrada, lungo la prima ascesa della salita di Colla Micheri, si aggiunge proprio Moreno Moser. Sulla seconda delle quattro ascese di Colla Micheri, allunga al comando il campione svizzero Silvan Dillier, mentre alle sue spalle si forma un gruppo di 21 unità. L’azione dell’elvetico viene rintuzzata quando mancano poco meno di 20 km all’arrivo (al penultimo passaggio sulla salita di Colla Micheri) e davanti restano in 18 a giocarsi le possibilità di vittoria. All’ultimo giro si decide la corsa, con l’attacco di Moser a cui nessuno riesce a rispondere: il trentino scollina con una dozzina di secondi e poi continua ad aumentare il suo vantaggio, che tocca fino a 48″ e gli permette di tagliare il traguardo in solitaria. Alle sue spalle è poi Paolo Totò a vincere la volata degli inseguitori davanti a Matteo Busato e a tutti gli altri.
Grazie a questa vittoria, Moser è anche il primo leader della Challenge Liguria.

 

ORDINE D’ARRIVO:

1 MOSER Moreno (ITALIA) 5:10:50
2 TOTÒ Paolo (SANGEMINI – MG. K VIS – VEGA) 0:00:43
3 BUSATO Matteo (WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA) 0:00:43
4 BAGIOLI Nicola (NIPPO – VINI FANTINI – EUROPA OVINI) 0:00:43
5 GAVAZZI Francesco (ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC) 0:00:43
6 ASGREEN Kasper (TEAM VIRTU CYCLING) 0:00:43
7 COMBAUD Romain (DELKO MARSEILLE PROVENCE KTM) 0:00:43
8 THALMANN Roland (TEAM VORARLBERG SANTIC) 0:00:43
9 HERMANS Ben (ISRAEL CYCLING ACADEMY) 0:00:43
10 MASNADA Fausto (ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC) 0:00:48
11 JAUREGUI Quentin (AG2R LA MONDIALE) 0:00:58
12 FINETTO Mauro (DELKO MARSEILLE PROVENCE KTM) 0:01:12
13 BRAMBILLA Gianluca (ITALIA) 0:02:21
14 DILLIER Silvan (AG2R LA MONDIALE) 0:02:37
15 ANDREETTA Simone (BARDIANI CSF) 0:02:37
16 CHEREL Mikael (AG2R LA MONDIALE) 0:02:37
17 DUPONT Hubert (AG2R LA MONDIALE) 0:02:37
18 KAMP Alexander (TEAM VIRTU CYCLING) 0:03:45
19 DE BIE Sean (VERANDA’S WILLEMS – CRELAN) 0:03:45
20 FRAPPORTI Marco (ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC) 0:03:45
21 DEGAND Thomas (WANTY – GROUPE GOBERT) 0:03:45
22 PASQUALONAndrea (WANTY – GROUPE GOBERT) 0:03:45
23 SISKEVICIUS Evaldas (DELKO MARSEILLE PROVENCE KTM) 0:03:45
24 VLASOV Aleksandr (GAZPROM – RUSVELO) 0:03:45
25 ROTA Lorenzo (BARDIANI CSF) 0:03:45
26 DELAPLACE Anthony (TEAM FORTUNEO – SAMSIC) 0:03:45
27 SANTAROMITAIvan (NIPPO – VINI FANTINI – EUROPA OVINI) 0:03:45
28 DEVOLDER Stijn (VERANDA’S WILLEMS – CRELAN) 0:03:45
29 CHEVRIER Clement (AG2R LA MONDIALE) 0:03:45
30 MOSCA Jacopo (WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA) 0:04:40
31 WACKERMANNLuca (BARDIANI CSF) 0:04:40
32 SISR Frantisek (CCC SPRANDI POLKOWICE) 0:04:40
33 PONZI Simone (NIPPO – VINI FANTINI – EUROPA OVINI) 0:04:40
34 SALVADOR Enrico (BIESSE CARRERA GAVARDO) 0:04:40
35 SBARAGLI Kristian (ISRAEL CYCLING ACADEMY) 0:04:40
36 MALECKI Kamil (CCC SPRANDI POLKOWICE) 0:04:40
37 WARBASSE Lawrence (AQUA BLUE SPORT) 0:04:40
38 TURRIN Alex (WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA) 0:04:40
39 ZARDINI Edoardo (WILIER TRIESTINA – SELLE ITALIA) 0:04:52
40 HONORÉ Mikkel Frølich (TEAM VIRTU CYCLING) 0:06:55
41 VENDRAME Andrea (ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC) 0:08:32
42 TORRES AGUDELO Rodolfo Andres (ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC) 0:08:32

 

 

DOMANI SI CORRE IL 55° TROFEO LAIGUEGLIA

001 (2)DOMANI SI CORRE IL 55° TROFEO LAIGUEGLIA

Saranno 142 i corridori che domani, domenica 11 febbraio, daranno vita alla 55^ edizione del Trofeo Laigueglia, classica di inizio stagione organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del Gruppo Sportivo Emilia.

La corsa d’apertura del calendario italiano, valida anche come prima prova della Ciclismo Cup 2018 e della Challenge Liguria, si svilupperà lungo un tracciato di 203 chilometri e vedrà al via 22 squadre di 11 nazioni (22 le nazioni rappresentate complessivamente dagli atleti al via) . Tra gli atleti più rappresentativi figurano Ben Hermans (Israel Cycling Academy), Francesco Gavazzi (Androni – Sidermec), Marco Canola (Nippo Vini Fantini Europa Ovini), l’oro olimpico su pista di Londra 2012 Lasse Norman Hansen (Aqua Blue Sport), Andrea Pasqualon (Wanty Groupe Gobert) e Mauro Finetto (Delko Marseille Provence KTM), terzo un anno fa su questo traguardo. Al via anche la Nazionale Italiana, che comprende anche Moreno Moser (vincitore di questa gara nel 2012), Gianluca Brambilla e il ligure Niccolò Bonifazio, che affiancheranno gli Under 23 Mattia Bais, Giacomo Garavaglia, Cezary Grodzicki e Federico Burchio.

 

I protagonisti hanno sfilato oggi pomeriggio sul palco che domattina li vedrà firmare il foglio di partenza (dalle ore 9,30), applauditi da un folto pubblico di appassionati. Nel corso della presentazione delle squadre è stata anche scoperta la piastrella con la firma di Michele Scarponi nel celebre “muretto dei ciclisti”. Un modo per ricordare il grande campione marchigiano in una gara che più volte lo ha visto protagonista.

 

Il percorso ricalca quello delle ultime edizioni ma propone una novità fondamentale negli ultimi chilometri. Dopo le operazioni preliminari con il foglio firma e la presentazione degli atleti in Piazza dei Pescatori e il via ufficioso da Via Roma (alle 10,50), la carovana raggiungerà le località di Albenga, Alassio e Ceriale per poi affrontare la prima asperità della giornata: quella di Onzo, preludio ad una parte di gara particolarmente interessante. Dopo aver toccato Ortovero e Villanova d’Albenga i corridori si dirigeranno verso il primo Gran Premio della Montagna della giornata, quello di Cima Paravenna, salita storica del Trofeo.

 

Dopo un primo passaggio in zona traguardo, a circa metà gara, si entrerà nel vivo con il Capo Mele e il Testico per poi entrare nel circuito conclusivo di 12,6 chilometri con le asperità di Capo Mele e Colla Micheri che sarà affrontato, ecco la novità, per quattro volte prima dell’arrivo. Dopo 203 chilometri di gara.

 

La gara godrà di un’ampia copertura mediatica: dalle ore 17,30 di domenica sarà infatti trasmessa una sintesi dalle piattaforme web della Pmgsport.it (pagina Facebook e http://www.pmgsport.it/), Repubblica.it, Cyclingpro.net, Ciclismo.sportgo.tv, Tuttobiciweb.it, OAsport.it, Direttaciclismo.it, Mondiali.net e Federciclismo.it.

Sempre alle ore 17,30 la sintesi sarà trasmessa dall’emittente francese Equipe TV mentre l’appuntamento su Rai Sport è previsto per la stessa serata di domenica a partire dalle ore 23,00. Sono previste inoltre sintesi su Eleven Sport (USA e Canada) e Flobikes (Nord America, Centro America e Sud America).

 

Sul sito internet del GS Emilia (www.gsemilia.it) sarà possibile seguire l’andamento della corsa attraverso la diretta testuale.

 

In allegato: elenco partenti e foto Nazionale italiana (foto Bettini)

Tutte le informazioni (percorso, cronotabella, iniziative collaterali) sono disponibili sul sitohttps://trofeolaigueglia.wordpress.com/

Ciclostorici per le strade di Laigueglia

giro ditalia depoca_opt

Ciclostorici per le strade di Laigueglia

10 e 11 febbraio 2018

 

Il Giro d’Italia d’Epoca A.S.D., associazione che coordina il circuito di eventi omonimo, dedicati al ciclismo rievocativo, con lo scopo di valorizzare il territorio e diffondere la cultura e la storia del ciclismo, sarà presente con un gruppo di 20 ciclostorici a Laigueglia nelle giornate 10 e 11 febbraio 2018, in occasione della 55° edizione del Trofeo Laigueglia.

L’evento vuole essere un omaggio alla prima gara italiana del ciclismo professionista, prestigiosa per la sua storia, ed ai grandi Campioni del ciclismo storico.

Come ogni manifestazione marchiata Giro d’Italia d’Epoca, anche la partecipazione a Laigueglia sarà un momento per ammirare mezzi dal valore inestimabile che testimoniano l’ardore e l’eroismo dei primi campioni ed apprezzare l’evoluzione che la bicicletta ha avuto nel tempo, dando la possibilità a tutti i curiosi di osservare da vicino come la bicicletta da corsa, e non solo, sia cambiata negli anni e, con essa l’abbigliamento dei ciclisti.

L’amore verso la bicicletta e la tutela della memoria dei grandi campioni sono il motore del Giro d’Italia d’Epoca, mentre la valorizzazione delle realtà locali, la riscoperta delle tradizioni e dei prodotti, che il territorio italiano offre, sono il nostro obbiettivo.

Sabato 10, i ciclostorici del Giro d’Italia d’Epoca saranno presenti alla presentazione delle squadre in Piazza dei Pescatori e saranno disponibili per illustrare il Calendario di eventi che si svolgono in tutto il territorio italiano e per far conoscere il ciclismo d’epoca, e domenica 11 il gruppo composto da 20 ciclisti d’epoca, con bici ante anni ’20, accompagneranno i professionisti lungo le vie cittadine sino al km 0 per poi rievocare corse e arrivi d’altri tempi nell’ultimo tratto del percorso di gara.