Avviso viabilità

Si avvisa che la sospensione della circolazione sulle strade interessate dalla corsa è prevista in 30 minuti circa prima di ogni passaggio nelle singole località.
La S.S.1 Aurelia sarà chiusa al traffico nel tratto compreso tra Alassio e Andora dalle ore 14.10 alle ore 16.45.

GIULIO CICCONE VINCE IN SOLITARIA IL 57° TROFEO LAIGUEGLIA

C’è la firma di Giulio Ciccone sulla 57^ edizione del Trofeo Laigueglia, classica di apertura del calendario professionistico italiano. L’atleta abruzzese classe ’94, tesserato per la Trek Segafredo ma che oggi era in gara con la maglia della Nazionale azzurra, ha tagliato in solitaria il traguardo, grazie ad un attacco messo a segno a dieci chilometri dal traguardo, nel corso dell’ultima ascesa alla salita di Colla Micheri (da ripetere quattro volte nel finale). Uno scatto che gli ha permesso di liberarsi dell’eritreo (classe 2000) Biniam Girmay Hailu (Nippo Delko Provence) e del piemontese Diego Rosa (Arkea Samsic), che in quest’ordine hanno completato il podio della classica ligure di categoria “Pro Series”, organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del Gruppo Sportivo Emilia.

La gara, patrocinata da Anci Liguria, ha visto 126 atleti prendere il via dal centro dell’incantevole borgo savonese. Poi, al chilometro 25, è nata la prima fuga, con protagonisti Matteo Baseggio (General Store – Essegibì) e Antonio Di Sante (Sangemini – Trevigiani – MG K.Vis). I due hanno toccato un vantaggio massimo di 9’13” al chilometro 68, dopodiché il margine è iniziato a calare e, al chilometro 140, quando ne mancavano una sessantina al traguardo, sono stati ripresi. A 30 chilometri dalla conclusione il primo dei due sviluppi decisivi per l’esito della corsa: attacca Diego Rosa, lo seguono Ciccone, Girmay Hailu e Marco Tizza (Amore e Vita), che poi cede poco prima che Ciccone piazzi lo scatto decisivo.

Anche quest’anno il Trofeo Laigueglia è gemellato al Giro dell’Appennino con la Challenge Liguria, la speciale classifica che premierà il miglior corridore in base ai risultati ottenuti nelle due corse. Pertanto, Ciccone, miglior scalatore all’ultimo Giro d’Italia dove ha vinto una tappa e per due giorni maglia gialla al Tour de France 2019, ne è il leader provvisorio.

In allegato: ordine d’arrivo

Foto – clicca qui (Credit: Foto Bettini)

arrivo.jpg

PRESENTATO IL TROFEO LAIGUEGLIA

Genova, 12 febbraio 2020

Come da tradizione è stata la Sala Trasparenza della Regione Liguria a tenere a battesimo, questa mattina, l’edizione 2020 del Trofeo laigueglia, classica di apertura del calendario italiano che domenica 16 febbraio andrà in scena con la sua cinquantasettesima edizione e lo farà in grande stile, visto che quest’anno la gara è stata promossa dall’Unione Ciclistica Internazionale nel prestigioso calendario delle gare “Pro Series”.

La gara organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del Gruppo Sportivo Emilia anche quest’anno sarà gemellata al Giro dell’Appennino con la Challenge Liguria, la speciale classifica che premierà il miglior corridore in base ai risultati ottenuti nelle due corse.

Durante la presentazione, alla quale hanno partecipato tra gli altri anche il Presidente del Consiglio regionale della Liguria Alessandro Piana, il Dirigente Polizia Stradale di Savona Commissario Capo Erika D’Alessandro e il Segretario della Lega Ciclismo Professionistico Stefano Piccolo, sono stati illustrati tutti i dettagli della gara e tutte le iniziative collaterali.

Il Trofeo Laigueglia nel corso della sua storia ha sempre rappresentato uno dei momenti più attesi dell’intera stagione, proponendosi agli addetti ai lavori e non come un momento di grande sport ma soprattutto come un vero e proprio evento che coinvolge un territorio particolarmente legato allo sport del ciclismo e che avrà, anche quest’anno, occasione di mostrarsi al mondo con tutte le sue eccellenze.

La gara godrà di un’ampia copertura televisiva, Rai Sport infatti trasmetterà in diretta le fasi finali di corsa dalle ore 14,45 alle 16,20.

“Uno degli eventi più importanti di questa regione in fatto di ciclismo – dichiara l’assessore allo Sport Ilaria Cavo – che apre la stagione e passa il testimone ad un’altra importante gara ciclistica che è il giro dell’Appenino. Regione Liguria anche quest’anno investe sul ciclismo e rinnoverà l’accordo di programma con il Comune di Laigueglia per il sostengo di questa meritevole iniziativa. Il Trofeo diventa quindi evento di collegamento che dimostra come lo sport unisca e racconti il nostro territorio, non solo un evento sportivo ma qualcosa in più: capacità di valorizzare attraverso le due ruote il paesaggio e i borghi liguri che stanno intorno”.

Gianni Berrino assessore Promozione turistica e Marketing territoriale: “Il Trofeo Laigueglia è una classica del ciclismo su strada che di fatto apre la stagione agonistica ed è una sorta di anteprima della Milano-Sanremo. La manifestazione nacque negli anni ’60 proprio per far vedere che Laigueglia era ed è tuttora uno dei pochi posti in tutta Europa dove si può fare ciclismo anche d’inverno. E’ importante quindi non solo sportivamente – nell’albo d’oro figurano campioni del calibro di Bitossi, Merckx, Baronchelli, Saronni e Armstrong – ma anche per la promozione turistica in quanto contribuisce a promuovere questa parte di Liguria come luogo per andare in bicicletta tutto l’anno”.

Roberto Sasso del Verme, Sindaco di Laigueglia: “Ci apprestiamo all’appuntamento del 16 febbraio con grande emozione e anche con orgoglio dal momento in cui nel mondo del ciclismo il Comune di Laigueglia è l’unica istituzione non sportiva che si prende carico dell’organizzazione di una gara. Una delle peculiarità degli eventi di ciclismo è che si tratta di uno sport a cui si può assistere gratuitamente, e domenica assisteremo indubbiamente ad uno spettacolo di altissimo livello. Il Trofeo da sempre rappresenta uno dei fiori all’occhiello della vita sociale della nostra comunità, proprio per questo mi piace sottolineare come non parliamo solamente di un momento di sport ma di un vero e proprio evento che darà una grande visibilità e promozione per il nostro paese con le sue eccellenze, la sua spiaggia, il suo centro storico e più in generale al territorio che ne sarà interessato dal percorso. Ringrazio la Regione Liguria per la vicinanza, tutte le forze dell’ordine che garantiranno un elevato livello di sicurezza lungo il tracciato, l’associazione I Borghi più belli d’Italia, il Gruppo Sportivo Emilia e i tantissimi appassionati che domenica, come sempre, accoglieremo a braccia aperte per fargli vivere una bella giornata in uno scenario unico.”

Adriano Amici, Presidente Gruppo Sportivo Emilia: “La nostra presenza al fianco del Comune di Laigueglia ormai va ben oltre ad un semplice rapporto organizzativo; il legame tra GS Emilia e l’Amministrazione Comunale nel corso degli anni si è stretto sempre di più e ha portato a risultati sempre più importanti ed evidenti. Come sempre da parte nostra metteremo a disposizione di questo appuntamento tutta l’esperienza che abbiamo maturato nel corso di quasi 40 anni di organizzazioni ciclistiche per allestire un vero e proprio evento degno del nome e della storia che porta con se. Vorrei ringraziare innanzitutto l’Amministrazione Comunale di Laigueglia per la fiducia accordata nei nostri confronti e tutti i partner del Gruppo Sportivo Emilia che ci permettono di affrontare ogni impegno con grande entusiasmo”.

IL PERCORSO

Il percorso ricalca quello delle ultime edizioni e proporrà nuovamente l’azzeccato finale del 2018. Dopo le operazioni preliminari con il foglio firma e la presentazione degli atleti in Piazza dei Pescatori e il via ufficioso da Via Roma (alle 10,50), la carovana raggiungerà le località di Albenga, Alassio e Ceriale per poi affrontare la prima asperità della giornata: quella di Onzo, preludio ad una parte di gara particolarmente interessante. Dopo aver toccato Ortovero e Villanova d’Albenga i corridori si dirigeranno verso il primo Gran Premio della Montagna della giornata, quello di Cima Paravenna, salita storica del Trofeo.

Dopo un primo passaggio in zona traguardo, a circa metà gara, si entrerà nel vivo con il Capo Mele e il Testico per poi entrare nel circuito conclusivo di 12,6 chilometri con le asperità di Capo Mele e Colla Micheri che sarà affrontato come lo scorso anno per quattro volte prima dell’arrivo, dopo 203 chilometri di gara.

Il programma delle iniziative collaterali:

–           Sabato 15, domenica 16 e Lunedì 17 Febbraio nel centro di Laigueglia saranno presenti la Lamborghini Huracan (che domenica scorterà la gara nei primi chilometri) e il Pullman Azzurro della Polizia Stradale, un’aula scolastica multimediale itinerante dove i poliziotti della Stradale diventano “maestri di sicurezza” per i più piccoli. Lezioni di sicurezza stradale a base di giochi a tema, filmati e cartoni animati per imparare le regole della sicurezza giocando.

A bordo del Pullman Azzurro i bambini potranno assistere a divertenti lezioni di educazione stradale in compagnia della Polizi

–           Sabato 16 (ore 15,00) e domenica 17 (10,30) nel centro di Laigueglia si terrà una sfilata di biciclette storiche curata dal Gruppo Storico del Giro d’Italia d’epoca

–           Sabato 15 (dalle 15,00 alle 19,00) e domenica 16 (9,30-12,30 e 14,30-18,30) presso l’Ufficio Informazioni Turistiche (Piazza Cavour), si potrà visitare la mostra multimediale “Trofeo Laigueglia 57 edizioni”, un viaggio nella storia della classica ligure curato da Roberto Schiavon.

–           Lunedì 17 Febbraio: “Precedenza alla vita”, Incontro formativo sulla sicurezza stradale. Marco Scarponi incontra i bambini delle scuole di Laigueglia.

Squadre partecipanti

Nazionale Italiana

AG2R La Mondiale

Vini Zabù KTM

Androni Giocattoli Sidermec

Bardiani CSF Faizané

Team Arkea Samsic

Riwal Readynez Cycling Team

Nippo Delko One Provence

Gazprom Rusvelo

Sangemini Trevigiani MG Kvis

Team Colpack Ballan

Biesse Arvedi

Team Beltrami TSA Marchiol

NTT Cyling Team

D’Amico UM Tools

Work Service Dynatec Vega Prefabbricati

General Store Essegibi F.lli Curia

Amore & Vita

Giotti Victoria

https://trofeolaigueglia.wordpress.com/

Avviso Viabilità 57° Trofeo Laigueglia 16/02/2020

TROFEO LAIGUEGLIA – DOMENICA 16/02/2020
Avviso agli utenti
Si avvisa che la sospensione della circolazione sulle strade interessate dalla corsa è prevista in 30 minuti circa prima di ogni passaggio nelle singole località.
La S.S.1 Aurelia sarà chiusa al traffico nel tratto compreso tra Alassio e Andora dalle ore 14,10 alle ore 16,45.
COMUNE DI LAIGUEGLIA

avviso sito(2).jpg

Al vincitore del 56° Trofeo Laigueglia è stato assegnato il Premio “I Borghi più Belli d’Italia”

Per il terzo anno consecutivo, è stato assegnato al vincitore, Simone Velasco, il Premio “I Borghi più Belli d’Italia”, durante una suggestiva cerimonia di premiazione, alla presenza di migliaia di spettatori.
Al seguente link l’articolo sul sito  de “I Borghi più Belli d’Italia”.

Al vincitore del 56° Trofeo Laigueglia è stato assegnato il Premio “I Borghi più Belli d’Italia”

Foto-Premio-Borghi-1820x910.gif

 

 

2 febbraio: in Regione presentato il 55^ Trofeo Laigueglia

Laigueglia (Savona), 2 febbraio 2018

PRESENTATO IL TROFEO LAIGUEGLIA

È stata la Sala Trasparenza presso la sede della Regione Liguria a tenere a battesimo questa mattina l’edizione 2018 del Trofeo Laigueglia (classe 1.HC) che, il prossimo 11 febbraio, andrà in scena con la sua 55^ edizione.

Nel corso della presentazione sono stati illustrati, oltre a tutti i dettagli della gara organizzata dal Comune di Laigueglia con il supporto tecnico del Gruppo Sportivo Emilia, i programmi delle iniziative collaterali che caratterizzeranno le giornate precedenti la gara, iniziative che contribuiranno a rendere l’avvenimento ancor più spettacolare e coinvolgente.

A fare gli onori di casa è stata Ilaria Cavo, Assessore Regionale allo Sport “La Regione Liguria sostiene anche quest’anno il Trofeo Laigueglia, una manifestazione che ha dimostrato la sua importanza in ormai 55 anni di attività, affermandosi a livello nazionale e internazionale come primo grande appuntamento della stagione. Quest’anno per la prima volta la corsa è gemellata al Giro dell’Appennino, con la nascita del 1° Challenge Liguria, che andrà a chi avrà ottenuto il miglior piazzamento complessivo in entrambe le corse: due competizioni che rappresenteranno un unico momento di eccellenza sportiva per la nostra regione, in grado di coniugare la tradizione di uno sport come il ciclismo alla valorizzazione del territorio”

Il Comune di Laigueglia era rappresentato dal Presidente del Consiglio Comunale, Roberto Sasso, e dal Consigliere con delega allo Sport, Lino Bersani, che nel corso dei propri interventi hanno illustrato le novità tecniche dell’edizione 2018 del Trofeo Laigueglia e le iniziative collaterali.

Adriano Amici, Presidente del GS Emilia che curerà tecnicamente la gara, si è soffermato sull’importanza del Trofeo Laigueglia ed è entrato nei dettagli dello spettacolare percorso di questa edizione.

Lo stretto connubio tra sport e turismo è stato sottolineato dal Vice Presidente de “I Borghi più belli d’Italia”, Pier Achille Lanfranchi.

IL PERCORSO

Il percorso ricalca quello delle ultime edizioni ma propone una novità fondamentale negli ultimi chilometri. Dopo le operazioni preliminari con il foglio firma e la presentazione degli atleti in Piazza dei Pescatori e il via ufficioso da Via Roma, la carovana raggiungerà le località di Albenga, Alassio e Ceriale per poi affrontare la prima asperità della giornata: quella di Onzo, preludio ad una parte di gara particolarmente interessante. Dopo aver toccato Ortovero e Villanova d’Albenga i corridori si dirigeranno verso il primo Gran Premio della Montagna della giornata, quello di Cima Paravenna, salita storica del Trofeo.

Dopo un primo passaggio in zona traguardo, a circa metà gara, si entrerà nel vivo con il Capo Mele e il Testico per poi entrare nel circuito conclusivo di 12,6 chilometri con le asperità di Capo Mele e Colla Micheri che sarà affrontato, ecco la novità, per quattro volte prima dell’arrivo.

Tutte le informazioni (percorso, cronotabella, iniziative collaterali) sono disponibili sul sito https://trofeolaigueglia.wordpress.com/

LE SQUADRE ISCRITTE

AG2R La Mondiale

Bardiani CSF

Androni Giocattoli Sedermec

Wilier Triestina – Selle Italia

Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini

Nazionale Italia

Israel Cycling Academy

Team Fortuneo – Samsic

Aqua Blue Sport

Delko Marseille Provence KTM

Gazprom – Rusvelo

CCC Sprandi Polkowice

WB Aqua Protect Veranclassic

Veranda’s Willems – Crelan

Wanty – Groupe Gobert

Amore e Vita Prodir

Sangemini MGKvis Vega

Biesse Carrera Gavardo

D’Amico Utensilnord

MS Tina Focus

Vitus Pro Cycling

Team Voralberg

ADRIANO AMICI DALLA LUMACHINA D’ORO ALLA PIASTRELLA DEL MURETTO DEI CICLISTI DI LAIGUEGLIA

ADRIANO AMICI DALLA LUMACHINA D’ORO ALLA PIASTRELLA DEL MURETTO DEI CICLISTI DI LAIGUEGLIA

Ogni volta che si parla con Adriano Amici si parla con un pezzo di storia del ciclismo italiano. La prima corsa da professionista di Adriano  fu il Trofeo Laigueglia del 1969. Le strade della Riviera Ligure tennero a battesimo il corridore emiliano. Quando ti capita di parlare con lui a proposito del suo esordio a lui piace raccontare con la  solita umiltà che lo contraddistingue  un episodio particolare e mentre lo racconta gli si illuminano gli occhi. Quell’anno all’ultimo corridore che transitò sul Testico, divenuto poi negli anni salita simbolo della corsa,  venne consegnata una “lumachina d’oro”.  La salita non  era certo il terreno migliore per il corridore nativo di Bologna che quindi transitò per ultimo e si aggiudicò il premio; Adriano conserva ancora oggi con grande affetto ed orgoglio la “lumachina laiguegliese”. L’amore tra Adriano ed il Laigueglia quindi è storia seria, un amore che dura da  quarantotto anni. Il primo amore non si scorda mai. Così grazie al suo lavoro di organizzatore le strade tra il patron del gs. Emilia e la classica Ligure si sono nuovamente incrociate nel 2014. Anno dopo anno è sempre stato un crescendo di emozioni ed un continuo cercare la perfezione della manifestazione grazie ad una competenza e passione infinita. Proprio la sua  professionalità ed i sentimenti verso la classica Ligure  sono molto apprezzati da parte della  amministrazione comunale che in  collaborazione con il comitato organizzatore ha provveduto in questi giorni ad inaugurare  una piastrella con l’autografo del organizzatore del gruppo sportivo Emilia quale riconoscimento per il lavoro svolto sino ad oggi.

La firma di Frank VDB trova il suo posto nel muretto dei ciclisti di Laigueglia

Sono passati 21 anni dal 20 febbraio 1996 giorno in cui Frank Vandenbroucke vinse da vero campione una grande edizione del Trofeo Laigueglia. La classica ligure con la posa della piastrella dell’autografo di Frank Vdb vuole rendere così omaggio al campione belga prematuramente scomparso. Per dare una misura alla sua vittoria basta ricordare il titolo di Tuttosport del giorno della corsa: “Laigueglia mascherato da mondiale”.  Quel giorno ad orchestrare l’attacco decisivo di Frank fu Johan Musseuw vincitore del Laigueglia dell’anno prima. Johan guidò Frank Vandenbroucke verso il trionfo restituendo così il favore dell’anno precedente quando Frank tirò la volata vincente a Johan.  La Gazzetta dello sport il 20 febbraio 1996 scrisse: “…dalle acque del mar Ligure è sbocciato un campione. Con una gara condotta sempre nelle prime posizioni è riuscito a portare via la fuga decisiva nell’ultima discesa prima dell’arrivo regolando allo sprint il quartetto composto da Massi Coppolillo e Colombo.  Frank si è aggiudicato il Laigueglia con sprint regale senza lasciare spazio a nessuno.”

All’epoca Patrick Levefere  l’uomo che più di tutti volle il talento belga alla Mapei parlando di Frank sosteneva :”E’ più maturo di qualsiasi ragazzo della sua età. Sa perfettamente ciò che vuole. Un vero talento.”

 Così quel giorno a trionfare fu la sagoma esile ma piena di grinta del giovane Frank in una giornata come ci piace dire “Belga” freddo… vento forte..qualche nuvolone nero…il “ragazzino” di appena 21 anni riusci a battere campioni del calibro di: Musseuw, Tchmil, Casagrande, Armstrong, Hincapie, Ballerini e Sorensen tutti presenti nell’ordine di arrivo giusto per  citarne qualcuno…ecco quanto è stata grande la vittoria nel 1996 di Vdb a Laigueglia.

Dall’amministrazione Comunale fanno sapere: ” Per noi aver potuto recuperare la firma del compianto Frank Vdb è motivo di orgoglio e siamo quindi felici di ospitarla nel nostro muretto. La vittoria del  corridore vallone rimarrà sicuramente tra le più belle e contese del nostro Trofeo. Un ringraziamento particolare va a Bruno Zanoni curatore del Muretto dei ciclisti ed organizzatore del Trofeo per molti anni, Roberto Schiavon responsabile delle pubbliche relazioni e stampa del Trofeo Laigueglia ed Anna Panizza per i contatti con la famiglia e la diffusione in Belgio del comunicato.

La signature de Frank VDB trouve sa place dans le mur des cyclistes à Laigueglia.

Cela fait 21 ans, depuis le 20 Février 1996, le jours où Frank Vandenbroucke a remporté en vrai champion une grande édition du Trofeo Laigueglia. La classique de Liguria, avec la pose de la tuile de l’autographe Frank VDB, veut rendre hommage au champion belge qui est mort prématurément.
Pour donner une mesure à sa victoire rappelez-vous juste le titre de la journée de la course Tuttosport: « Laigueglia se faisant passer du monde. » Ce jour-là , pour orchestrer l’attaque décisive de Frank il y avait Johan Musseuw , vainqueur de la précédente édition. Johan a emmené Frank Vandenbroucke vers le triomphe lui rendant ainsi la faveur de l’année précédente lorsque Frank avait tiré le sprint gagnant pour Johan.
La Gazzetta dello Sport 20 Février, 1996 a écrit: “… des eaux de la mer Ligure un champion a éclos. Dans cette course, toujours dans les premières positions il a réussi à provoquer l’échappée décisive dans la dernière descente avant l’arrivée en réglant au sprint le quatuor composé de Rochers, Coppolillo et Colombo Massi. Frank a remporté le Laigueglia avec un sprint royal ne laissant d’espace à personne.” À l’époque Patrick Levefere, l’homme qui avait voulu plus que tout le talent belge chez Mapei, soutenait en parlant de Frank : “« Il est plus mature que tout enfant de son âge. Il sait parfaitement ce qu’il veut. Un vrai talent.”
Donc, ce jour là, le triomphe de la silhouette mince mais pleine de volonté du jeune Frank, se déroula, dans une journée comme il nous plaît dire, “Belge” … vent froid et fort..quelques nuages noirs…le “gamin” de seulement 21 ans a réussit à battre des champions comme: Musseuw, Tchmil, Casagrande, Armstrong, Hincapie, Ballerini et Sorensen tous présents dans l’ordre d’arrivée pour ne citer que quelques-uns … voilà ce qu’a été la grande victoire de VDB en 1996 à Laigueglia.

L’autorité locale fait savoir: « Pour nous avoir la signature de Frank Vdb est une fierté et nous sommes heureux de l’accueillir sur notre mur.
La victoire du coureur belge va sûrement rester comme une des plus belles de notre trophée.
Un merci particulier à Bruno Zanoni qui s’occupe du mur des cyclistes et il a été organisateur de la course pour nombreuses années, Roberto Schiavon responsable des relations publiques du Trofeo Laigueglia et Anna Panizza pour le contact avec la famille et la diffusion en Belgique.

 

A LAIGUEGLIA NASCE UNA NUOVA PIASTRELLA SUL “MURETTO ” DEI CICLISTI

A pochi giorni dall’inizio del Giro d’Italia il Comune di Laigueglia è sempre al fianco di ACCPI e Lega Ciclismo nella sicurezza stradale

Un ciclismo più sicuro. A distanza di un anno dell’adesione alla campagna sulla sicurezza stradale  il Comune di Laigueglia, che ogni anno organizza nel mese di febbraio l’omonimo  Trofeo, ha posizionato una nuova piastrella nell’ormai famoso muretto dei ciclisti con l’obiettivo di sensibilizzare gli automobilisti a rispettare i ciclisti, sia che  questi siano professionisti, cicloturisti, chiunque usi le due ruote per divertimento o per muoversi nella vita di tutti i giorni. Il Trofeo Laigueglia vuole portare avanti questo messaggio di grande sensibilizzazione ed è orgoglioso di essere stata la prima gara per professionisti ad aderire all’iniziativa.

“L’adesione del Comune – sottolinea Enzo Ghigo, presidente della Lega del Ciclismo Professionistico – è un’ottima iniziativa. La sicurezza dei ciclisti sulle nostre strade ,soprattutto in zone paesaggisticamente rilevanti come la Liguria è fondamentale per lo sviluppo del turismo Ciclistico. La sensibilizzazione culturale al rispetto dei ciclisti sulle nostre strade sarà un percorso molto lungo e quindi è importantissimo che tutto il mondo legato alla filiera delle due ruote si impegni in questa battaglia.

Entusiasta anche  Cristian Salvato, presidente  dell’ Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani per il forte spirito collaborativo messo in campo dal Comune: “Siamo felici e orgogliosi di avere una nostra piastrella sul muretto dei ciclisti di Laigueglia, tappa fissa per tanti turisti e appassionati di sport. Oltre al nostro logo ringraziamo per aver dato spazio, ancora una volta, alla nostra campagna per la sicurezza stradale. Le vittime di incidenti in allenamento e in gara sono ancora troppo numerose, la sensibilizzazione di tutti gli utenti della strada su questo allarme deve continuare senza sosta per evitare altre tragedie come la recente che ci ha portato via Michele Scarponi”.

“Portando avanti un impegno sociale come quello della distanza minima per sorpassare un ciclista noi come Comune saremo sempre impegnati nella sicurezza e nello sport. Per questo motivo abbiamo deciso di aderire alla campagna sulla sicurezza”, spiegano dall’amministrazione comunale laiguegliese.

Per capire cosa è il mondo del ciclismo per Laigueglia basti pensare che è stata sede di gare di ciclocross, gare di mountain bike, granfondo aperte a tutti e da quest’anno nel mese di ottobre sede di una granfondo riservata alle donne. Tutto ciò senza dimenticare il Trofeo Laigueglia che ogni anno porta il nome della cittadina nel mondo grazie ad un albo d’oro da classica di prim’ordine. Dopo questa breve descrizione si capisce ancor di più perché la Rai durante le riprese della Milano Sanremo al momento dell’attraversamento del borgo marinaro ha mandato in sovra impressione una striscia con scritto: ” centro ciclistico per eccellenza con il Trofeo Laigueglia in apertura di stagione”.